[Salta tutti i menu e vai all'area principale dei contenuti di questa pagina] [Vai direttamente al box In Evidenza] [Vai direttamente al menu PRINCIPALE del sito] [Vai direttamente al menu SECONDARIO della sezione attuale]
Testo normale Testo grande Testo molto grande
Sei in: Home page > Gli Uffici e i Servizi > ufficio_diritto_fisso

In questa sezione:

Atti depositati
crescere imprenditori
Fatturazione elettronica
Benvenuta impresa
diritto annuale
Contratto di rete
Firma digitale delle Camere di Commercio
Sportello legalità
PEC
linea amica
VerifichePA
Area Ambiente
ufficio_diritto_fisso

Servizio per la gestione del diritto annuale

Il diritto annuo è il tributo obbligatorio che deve essere pagato da tutte le imprese iscritte nel Registro Imprese e nell'Albo Artigiani, al 1° gennaio di ogni anno.

L'importo è determinato in base alla natura giuridica dell'impresa e, per le imprese iscritte nella sezione ordinaria del registro imprese, in base al fatturato (Legge n. 580 del 29 dicembre 1993, art. 18 comma 1; Legge n. 488 del 23 dicembre 1999, art. 17)

 

 

DIRITTO ANNUALE 2017

 

AVVISO: i termini di versamento del diritto annuale sono stati prorogati al 20 agosto 2017, leggi la circolare > > >

 

Si comunica che gli importi del diritto annuale 2017 sono inferiori rispetto all'anno 2016 per le imprese con sede legale o unita’ locale in provincia di Gorizia (sono calcolati come stabilito con il D.L. 24 giugno 2014 n. 90, tenendo conto della riduzione del 50% degli importi previsti dagli articoli da 2 a 6 del D.M. 21 aprile 2011 e successivamente aumentati del 20% per la realizzazione di progetti strategici determinati secondo la procedura prevista dall'articolo 18, comma 10, della legge n. 580/1993, come modificato dal Decreto Legislativo n. 219/2016).
Nel file allegato vengono riportati i nuovi importi. Per i dettagli:
Tabella

Per il calcolo dell’importo da versare in funzione del fatturato, utilizza il seguente modello in formato excel:
Foglio di calcolo

Nota del Ministero dello Sviluppo Economico per l'autorizzazione alla maggiorazione del diritto annuale per gli anni dal 2017 al 2019

 

DIRITTO ANNUALE 2016

Si comunica che con nota del ministero dello sviluppo economico del 22/12/2015 n. 0279880 sono stati definiti gli importi del diritto annuale 2016.
Nella tabella allegata vengono riportati i nuovi importi per le nuove iscrizioni COMPRENSIVI DELLA MAGGIORAZIONE DEL 20% PREVISTI PER LA CAMERA DI COMMERCIO DI GORIZIA
Per i dettagli vedi la tabella:
Tabella

Diritto annuale

E' possibile determinare l’importo del diritto annuale da versare utilizzando il servizio messo a disposizione sul sito dirittoannuale.camcom.it. Il calcolo dell'importo è già comprensivo della maggiorazione del 20% prevista per la Camera di Commercio di Gorizia.

 

 

Per il calcolo dell’importo da versare per la sede/u.l. già iscritta al 31/12/2015, può essere utilizzato il seguente modello in formato excel:

modello per il calcolo del diritto annuale 2016

 

“Prorogati i termini di versamento del diritto annuale per i soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore”.
Per dettagli: vedi la nota del Ministero dello Sviluppo economico > > >

 

 

DIRITTO ANNUALE 2015

Si comunica che con nota del ministero dello sviluppo economico del 29/12/2014 n. 0227775 sono stati definiti gli importi del diritto annuale 2015.
Nella tabella allegata vengono riportati i nuovi importi per le nuove iscrizioni COMPRENSIVI DELLA MAGGIORAZIONE DEL 20% PREVISTI PER LA CAMERA DI COMMERCIO DI GORIZIA

Per i dettagli vedi la tabella:
Tabella

Per il calcolo dell’importo da versare per la sede/u.l. già iscritta al 31/12/2014, utilizza il seguente modello in formato excel:

modello per il calcolo del diritto annuale 2015

 

DIRITTO ANNUALE 2014

Si informa che, come stabilito dall’art. 18 della legge 580 del 1993 e successivamente modificata dal Decreto Legislativo 15 febbraio 2010, n. 23, il Ministero dello Sviluppo Economico con nota prot. n. 0201237 del 05/12/2013, ha stabilito che gli importi del diritto annuale per l’anno 2014 sono gli stessi determinati con Decreto interministeriale 21 aprile 2011 che definiva le misure per l’anno 2011 da versare alle Camere di Commercio da parte delle imprese iscritte o annotate nel Registro delle Imprese.

Per il calcolo dell’importo da versare, utilizza il seguente modello in formato excel:
"Modello per il calcolo del Diritto Annuale per l'anno 2014"


Per approfondire:

 

 

DIRITTO ANNUALE 2013

Si informa che, come stabilito dall’art. 18 della legge 580 del 1993 e successivamente modificata dal Decreto Legislativo 15 febbraio 2010, n. 23, il Ministero dello Sviluppo Economico con nota prot. n. 0261118 del 21/12/2012, ha stabilito che gli importi del diritto annuale per l’anno 2013 sono gli stessi determinati con Decreto interministeriale 21 aprile 2011 che definiva le misure per l’anno 2011 da versare alle Camere di Commercio da parte delle imprese iscritte o annotate nel Registro delle Imprese.

Per il calcolo dell’importo da versare, utilizza il seguente modello in formato excel:
"Modello per il calcolo del Diritto Annuale per l'anno 2013"


Per approfondire:

 

 

DIRITTO ANNUALE 2012

Si informa che, come stabilito dall’art. 18 della legge 580 del 1993 e successivamente modificata dal Decreto Legislativo 15 febbraio 2010, n. 23, il Ministero dello Sviluppo Economico con nota prot. n. 0255658 del 27/12/2011, ha stabilito che gli importi del diritto annuale per l’anno 2012 sono gli stessi determinati con Decreto interministeriale 21 aprile 2011 che definiva le misure per l’anno 2011 da versare alle Camere di Commercio da parte delle imprese iscritte o annotate nel Registro delle Imprese.

Posticipati i termini di pagamento per l’anno 2012 per le attività INDICATE dal D.P.C.M. 6 giugno 2012, per il dettaglio leggi la seguente nota

Per il calcolo dell’importo da versare, utilizza il seguente modello in formato excel:
"Modello per il calcolo del Diritto Annuale per l'anno 2012"


Per approfondire:

 

DIRITTO ANNUALE 2011

Posticipati i termini di pagamento per l’anno 2011.
E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 111 del 14 maggio 2011, il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 maggio 2011, con il quale sono stati fissati i termini di effettuazione dei versamenti delle imposte da parte dei contribuenti per l'anno 2011.
Le persone fisiche tenute, entro il 16 giugno 2011, ai versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi e da quelle in materia di imposta regionale sulle attività produttive, nonchè al versamento in acconto dell'imposta sostitutiva, operata nella forma della cedolare secca, di cui all'articolo 3 del D. Lgs. 14 marzo 2011, n. 23, effettuano i predetti versamenti:
a) entro il 6 luglio 2011, senza alcuna maggiorazione;
b) dal 7 luglio 2011 al 5 agosto 2011, maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.
Le disposizioni di cui sopra si applicano sia ai soggetti diversi dalle persone fisiche, che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore, che alle società, associazioni, e imprese con i requisiti indicati sopra.
Per approfondimenti leggi il testo del Decreto

 

Per il calcolo dell'importo da versare, utilizza il seguente modello in formato excel:
"Modello per il calcolo del Diritto Annuale per l'anno 2011"

* Per le imprese esercenti attività di distribuzione carburanti vedi nota in "Primo Piano"

Per approfondire:

 

DIRITTO ANNUALE 2010

Per il calcolo dell'importo da versare utilizza il seguente modello in formato excel:
"Modello per il calcolo del Diritto Annuale per l'anno 2010, per le imprese iscritte nella sezione ordinaria"
Per approfondimenti leggi il testo del Decreto (2,34 Mb)

* Per le imprese esercenti attività di distribuzione carburanti vedi nota in "Primo Piano"


DIRITTO ANNUALE 2009

Per il calcolo dell'importo da versare utilizza il seguente modello in formato excel:
"Modello per il calcolo del Diritto Annuale per l'anno 2009"
Per approfondimenti leggi il testo del Decreto (2,34 Mb)

* Per le imprese esercenti attività di distribuzione carburanti vedi nota in "Primo Piano"

Per approfondire:

Nota bene: gli importi indicati sono già comprensivi del 20% di maggiorazione ai sensi dell'art.18 della Legge 580/93

 

DIRITTO ANNUALE 2008

Per l'anno 2008 gli importi vengono determinati con il Decreto del 1° febbraio 2008 del Ministero dello Sviluppo Economico.

Per il calcolo dell'importo da versare utilizza il seguente modello in formato excel:
"Modello per il calcolo del Diritto Annuale per l'anno 2008"


criteri di arrotondamento del diritto annuale 2008

 

VERSAMENTI DEL DIRITTO ANNUALE CON F24 TELEMATICO:

le disposizioni di cui all'art. 37, comma 49, del decreto legge n. 223/2006 relative ai pagamenti fiscali, si applicano anche al diritto annuale, tranne i casi espressamente esclusi. In particolare può essere ancora versato dalle imprese nuove iscritte secondo la modalità alternativa prevista:

"Si comunica che i titolari di partita IVA sono tenuti a versare il diritto annuale esclusivamente mediate modalità telematiche con la possibilità di servirsi di intermediari.

Il diritto annuale per le nuove iscritte al registro imprese o all'albo delle imprese artigiane può essere ancora versato direttamente per cassa allo sportello oppure con il sistema Telemaco Pay.

L'Agenzia delle Entrate ha inoltre precisato che le nuove imprese non ancora titolari di un conto corrente bancario o impossibilitate ad accedervi, potranno utilizzare il modello F24 cartaceo."

 

 

IN PRIMO PIANO:

Proroga versamento soggetti agli studi di settore

DPCM 10 giugno 2010 "Differimento, per l'anno 2010, dei termini di effettuazione dei versamenti dovuti ai soggetti cui si applicano gli studi di settore in vigore per l'anno 2010".

 

Diritto annuo per le imprese esercenti attività di distribuzione carburanti anno 2009 e successivi

Il Senato ha approvato definitivamente il provvedimento relativo al diritto annuo per le imprese esercenti attività di distribuzione carburanti anno 2009. L'art,44 del provvedimento A.S. n: 1195 prevede che per le imprese succitate limitatamente al versamento del diritto annuale 2009, il fatturato, relativo al periodo d'imposta 2008, di cui all'art.1,comma 1, lettera f) numero 4) del decreto 11 maggio 2001, n. 359 deve essere inteso al netto delle accise.
Coloro che avessero già provveduto al versamento del diritto annuo possono comunque compensare le eccedenze entro il termine per il pagamento del diritto relativo all'anno successivo o chiederne il rimborso, entro 24 mesi dalla data di pagamento, alla camera di commercio di competenza.

 

 

Omesso versamento Diritto annuale anno 2016 - Ravvedimento operoso

Modello per il ravvedimento diritto annuale 2016 per le imprese che NON sono beneficiarie delle proroghe dei versamenti

Modello per il ravvedimento diritto annuale 2016 per le imprese beneficiarie delle proroghe dei versamenti

 

 

Omesso versamento Diritto annuale anno 2015 - Ravvedimento operoso

Modello per il ravvedimento diritto annuale 2015 per le imprese che NON sono beneficiarie delle proroghe dei versamenti

Modello per il ravvedimento diritto annuale 2015 per le imprese beneficiarie delle proroghe dei versamenti

 

 

Omesso versamento Diritto annuale anno 2014 - Ravvedimento operoso

Modello per il ravvedimento diritto annuale 2014 per le imprese che NON sono beneficiarie delle proroghe dei versamenti

Modello per il ravvedimento diritto annuale 2014 per le imprese beneficiarie delle proroghe dei versamenti

 

 

 

Omesso versamento Diritto annuale anno 2013 - Ravvedimento operoso dal 1 gennaio 2014

Modello per il ravvedimento diritto annuale 2013 per le imprese che NON sono beneficiarie delle proroghe dei versamenti

Modello per il ravvedimento diritto annuale 2013 per le imprese beneficiarie delle proroghe dei versamenti

 

 

Rimborsi

Se dovete richiedere il rimborso per importi erroneamente versati potete usare il seguente:

 

Se dovete presentare una domanda di sgravio:

 

Nuovo servizio dedicato a professionisti e imprese

In vista della prossima scadenza del 21 giugno, è attivo sul sito www.cameradicommercio.it il nuovo servizio dedicato a professionisti e imprese con tutte le informazioni relative al diritto annuale, dovuto dalle imprese iscritte al Registro delle Camere di Commercio.

Sul sito, inoltre: una semplice guida con adempimenti e scadenze, tutta la documentazione normativa e la modulistica

 

Per maggiori informazioni rivolgersi al:

Ufficio del Responsabile Amministrativo Contabile - Le competenze dell'ufficio >>>
 

via Crispi n. 10 - p.t.
tel. 0481 384244
luciana.solda@vg.camcom.it

 

<<< Torna indietro

Accessibilità | Mappa del sito | Posta Elettronica Certificata: cciaa@pec.vg.camcom.it | Codice Fiscale / P. IVA: 01275660320 | | Privacy |Note Legali ©2007 CCIAA Gorizia - Qualunque uso è vietato se non autorizzato dall'ente